domenica 23 settembre 2012

Fedi

Una delle più ritrite discussioni tra sposi è: " io ho ceduto su tutti i fronti e tu niente!" riguardo alle decisioni dul cosa e non cosa fare.

Una di queste discussioni sono le Fedi, o Vere a dir che si voglia, e ci tengo a sottolinerare che ho ceduto io. Saranno anche il simbolo più significativo del matrimonio, ma rimane pur sempre un anello e ne io ne Luca ne portiamo, perciò la cosa che mi preoccupa di più è: "le porteremo mai dopo il giorno delle nozze?"
Preoccupazione lecita, rafforzata dopo una visita in gioielleria se si pensa che le attuali quotazioni dell'oro si aggirano attono a 50 euro al grammo, e che per motivi tecnici si sconsiglia di acquistare fedi sotto i 4 grammi (troppo sottili, usura dell'oro...)  quindi fatevi 2 conti e ammesso di trovare qualcosa risicato a 4 grammi a testa, è comunque una certa qual cifra, solo che di risicato così non abbiamo trovato nulla e se l'anello piccolo (il mio) partiva come minimo dai 350-400 euro in su immaginatevi quella da uomo. E parlo di una cosa semplice, liscia monocromatica senza lavorazioni.
Stavo esultando al pensiero che avremmo fatto a meno quando dalla mia bocca, e sottolineo mia, Sento uscire le parole 2 e in argento c'è qualcosa?"
Cioè io, io che non le volevo propongo di prenderle lo stesso in argento?
Sì, perchè mi pare che Luca ci tenga (magari poi lui la porta davvero), perchè mi sento uno schifo in gioielleria, ad uscircene a mani vuote quando siamo sempre stati trattati bene quelle poche volte che ci siamo stati, che la mia bocca agisce per conto di non so chi, senza rendermene conto.
Così abbiamo ripiegato sull'argento ad un costo quasi regalato in confronto all'oro.
A pensarci fa quasi brutto: fedi di nozze in argento. A guardarle sono decisamente meglio dell'idea: potrebbero perfino venir scambiate per qualcosa di più prezioso, che ne so, platino.

Venerdì sera Luca le va a ritirare, ed ora sono qua, incise ( beh se devo averla la voglio incisa), nella loro bella scatolina bianca e...
...e realizzo, che tirarle fuori dalla scatolina in municipio fa davvero brutto, che non ho pensato ad un cusicnetto porta fedi (che per la verità ho sempre trovato un po' deprimente, perchè una volta usato non ha più senso) che tempo per farne uno non ne ho e che questo mi mette in una posizione precaria, anzi un po' di me'.
Così penso di contattare l'amica Mamigà, che non solo ricama, ma è anche bravisisma a cucire e quindi lei potrebbe realizzarmelo carino a sua fantasia, magari apribile così
Sono lì che sto scrivendo l'sms e realizzo che lei per il mio matrimonio sta già facendo molto, e inizio a sentirmi una me' a chiederglielo. Così non completo l'sms (ne invio), e penso che dovrò trovare una soluzione.
Scarabocchio nei mei pensieri soluzioni su soluzioni, tra cui anche l'idea " vaffanculo lo prenderò in uno di quei posti che si occupano di questo", idea che viene accartocciata con brivido orrore e raccapriccio e scagliata più lontana di tutte le altre ripensando a "le bombo".
Poi penso a ritroso: voglio un cuscinetto che eventualmente faccia poi da profuma biancheria.
E se avessi un profuma biancheria che possa adattare allo scopo?
come una doccia gelata l'idea mi investe e corro nell'armadio dal quale tiro fuori questo:


E' un vecchio acquisto di quando organizzavamo le vendite di beneficienza: se non ricordo male ( ma non ci giurerei poi molto sulla mia memoria in questi giorni dopo la grande figura di me' fatta con Alahambra) lo dovrebbe aver ricamato Tittiz, e visto che, per questioni organizzative non facciamo la festa grande che stavamo archittettando per il matrimonio che avremmo voluto fare l'anno prossimo, mi fa molto piacere che ci sia qualcosa di suo. E se non è suo pazienza: questo cusicnetto l'ho acquistato perchè mi piace, e credo che possa possa servire allo scopo.

Che ne dite può andare? devo solo metterci 2 nastri e direi che è perfetto!

8 commenti:

  1. Ah, ecco il vaffancuore che ti sei risparmiata da dove avrebbe dovuto nascere!!! :DDD
    Secondo me questo cuscinetto è perfetto. Anzi, se non sai come adattarlo (ma immagino di si) in trenta secondi due nastri di raso bianco si attaccano senza mezzo problema.

    RispondiElimina
  2. ma l'avevo più o meno scritto ;)

    RispondiElimina
  3. Ok, ho l'abbiocco post-pasto della domenica prolungato, fa niente.

    RispondiElimina
  4. E' decisamente molto molto carino, e l'importante, come al solito, è che piaccia a voi. Che pare una banalità retorica ma non lo è affatto.
    Noi abbiam provato a fare un giro per vedere cosa ci proponeva il mercato per le fedi, ed ho desistito quando son riusciti a chiedermi 1700 € per la coppia "ma arriva nella scatola con le vostre iniziali". Un furto ed una follia. Certo è che sui matrimoni c'è una speculazione a dir poco indecente.

    RispondiElimina
  5. Ma poi che te ne fai di una scatola con le iniziali? sembra fatta apposta per rimettercele dentro dopo la cerimonia e non toccarle più, quando dovrebbe essere qualcosa che indossi sempre!

    RispondiElimina
  6. Infatti! Se poi avessi visto la scatola in questione... orribile non rende affatto l'idea.

    RispondiElimina
  7. la scatola con le iniziali mi suona di "mai più senza" da mettere nel post successivo :D

    RispondiElimina
  8. No, purtroppo non l'ho fatto io..:-(
    Per quella beneficenza io feci delle cartoline.
    Comunque 10 e lode per il riciclo intelligente!
    E i tempi sono per me stretti per vedermi in carne ed ossa al vostro matrimonio.

    RispondiElimina